Pisciuneri Vincenzo

Codice prodotto:
Le010018507

Prezzo:

25,00 €

Consegna in: 1 - 4 giorni

PREFAZIONE

L’Universo è puro pensiero scaturito dall’Ideazione matematica del Divino Pensatore. Uno dei postulati fondamentali dell’antica Dottrina Misterica e Segreta è che la Mente, la Coscienza, pervade l’intera Natura. La Coscienza correlata a un tempo definito, lungo o breve che sia, ad uno spazio definito, sia esso ampio o ristretto, è individuale, è quella di un Essere concreto, un Signore di Molti Universi o di un universo o di una parte di universo, parte che per lui è un universo. Il significato di questi termini è più o meno ampio a seconda del potere della coscienza; quel tanto del pensiero universale che una coscienza separata può cogliere completamente, ossia al quale può imporre la propria realtà, che può pensare esistente come essa stessa esiste, è il suo universo”.

L’essenza divina che, pervadendo l’intero universo di milioni di sistemi solari, è captata dal nostro sole e trasmessa in forma manifesta fino agli ultimi confini del nostro sistema solare così che questa essenza manifestata possa essere il fondamento per la crescita, la conservazione e la distruzione dei nostri mondi.

Il sistema solare ha la sua dimora nella galassia; la galassia ha la sua dimora nell'universo; l'universo in un universo più vasto; e così via, all'infinito. E questo "all'infinito" è il modo per descrivere Parabrahman. È sbagliato considerare Parabrahman Cosmico come un'entità, per quanto vasta o sublime, perché un'entità di qualsiasi magnitudine è de facto limitata, e Parabrahman significa “oltre Brahman”, e Brahman è l'Assoluto, la gerarchia di un universo, in altre parole, la suprema entità divino-spirituale di un universo o cosmo. L'Assoluto è un termine relativo. Ė l'Uno di Pitagora, l'Originatore cosmico: dall'Uno deriva il Due; dal Due la Triade; dalla Triade il Quaternario cosmico, che attraverso l'evoluzione emanativa si frammenta ancora nella molteplicità manifestata della differenziazione. Parabrahman non è un'entità, è Infinitudine, l'incomprensibile Tutto, che con i suoi campi sconfinati è oltre la portata della coscienza sia umana che divina.

Per quanto grande possa sembrare il periodo del Maha Kalpa, migliaia e migliaia di milioni di tali Maha Kalpa sono passati ed altrettanti devono venire ancora. Un Giorno della lunga vita di Brahma è detto Kalpa 4.320.000.000 anni solari. Il Maha Kalpa è 100 anni di Brahma, 311.040.000.000.000 anni solari. Nel nostro Cosmo l’IGNOTO si esprime attraverso Sette Costellazioni, e le costellazioni sono innumerevoli come lo sono gli universi. Il nostro sistema solare forma, con le Pleiadi ed una stella dell’Orsa Maggiore, un triangolo cosmico o aggregato di tre centri nel corpo di COLUI DEL QUALE NULLA SI PUÒ DIRE.

Perché la Creazione e la manifestazione è basata sul numero sette? In oriente i Tre attributi della Materia, sono detti Guna. Tamas è l’inerzia della materia. Rajas, il movimento, è l’attività della materia, la forza centrifuga. Sattva è l’equilibrio fra le Due Polarità, la causa del movimento rotatorio, la forza che rende possibile la formazione di nuclei di materia. Le Tre forze primordiali si combinano fra loro generando altre Sette Forze Secondarie. Una Triade genera sempre un Settenario. Dal punto di vista matematico le Tre Unità si combinano in Sei gruppi, Sette con la loro sintesi.

La combinazione fra questi tre attributi della materia genera la differenziazione degli atomi che compongono lo spazio. Per la Materia, le tre Guna, formano i Sette elementi Cosmici, i Sette stati di Materia che nell’Insegnamento sono chiamati Piani.

L’Atomo Unico diventa Sette Atomi sul piano della manifestazione. Il primo sviluppo del Caos primordiale sono i Sapta Samudra, i Sette Tipi di Materia, indicati come i Sette Oceani che vengono indicati come Sette Piani o Stati di Manifestazione, in realtà sono sette sfere che si compenetrano tra loro, per formare l’Uovo del Mondo. Nell’antichità l’Uovo del Mondo era ricoperto di Sette Pelli o Elementi, di cui Quattro noti (Terra, Acqua, Aria, Fuoco) e Tre celati nel Quinto Elemento, il Triplice Etere. Il Vishnu Purana, afferma che: “Quest’universo, composto di Sette Zone ... in ognuna pullula di creature viventi, grandi o piccole ... in modo che ci sia non l’ottava parte di un pollice in cui non abbondano”.

Il Sistema Solare va considerato come Atomo Cosmico, una Sfera. I Sette Piani o aggregazioni di materia di Materia vanno considerati nello spazio dell’Universo come Sette grandi Sfere che ruotano nel senso della latitudine entro la periferia solare.

 

Il sistema solare che gli astronomi riconoscono è semplicemente la porzione fisica del nostro Uovo Cosmico, è solo quella parte della porzione fisica che i nostri sensi possono percepire. In realtà, il nostro sistema solare esiste su sette Piani di materia detti sistemici, estendendosi da quello più elevato attraverso i mondi e regni invisibili giù fino al nostro Piano Fisico. il nostro sistema solare è dunque una porzione di spazio manifestato che esiste nello Spazio astratto dell'Illimitato. L’Universo è costruito sui frattali. I frattali sono schemi che si ripetono nello SPAZIO e nel TEMPO su scale sempre più piccole, vale a dire un modello nel macrocosmo si ripete nel microcosmo. Frattale significa frazione del tutto, indicando che ogni pezzo è parte dell’intero.

AUM, disse il Potente, e risuonò la Parola. Le settemplici onde della materia si separarono, e apparvero le forme. Ognuna prese il suo posto, ognuna nella sfera stabilita. Attesero che il sacro flusso venisse a penetrarle e a colmarle. I Costruttori risposero al sacro suono. In musicale collaborazione attesero al lavoro . Trattato del Fuoco Cosmico, Maestro D.K.  - Stanza addizionale di Dzyan II.

Le settemplici onde di materia sono accompagnate da Sette Suoni e Sette Colori, noti come i Sette Raggi, considerati come “le sette forme che velano lo Spirito”. Il suono è Colore, il Colore è Suono. La Forza Creatrice, nel suo incessante compito di trasformazione, produce Suono, Luce o Colore, e Numeri, in forma di rapporti delle vibrazioni che compongono e dissociano atomi e molecole. Sotto l’aspetto Coscienza, il Triplice Logos genera Sette Logoi chiamati Dhyan Chohan, che incorporano sette tipi di forza differenziata e rappresentano le sue Sette modificazioni di Coscienza, per ognuno dei sette stati di materia.

I Sette Piani o Sfere di Materia del Sistema Solare cui usualmente ci riferiamo sono in realtà i sette sottopiani di una serie ancora maggiore di piani chiamati Piani Cosmici, a loro volta facenti parte Sette di Piani Supercosmici. Una Galassia è ancora più grande di un Cosmo. Ma in ogni caso anch’essa  è una massa rotante di stelle intorno a un nucleo centrale. Questo stesso schema può essere visto in scala minore nel sistema solare con i pianeti rotanti attorno ad un sole centrale. Lo stesso schema può essere visto anche a livello subatomico con elettroni ruotanti intorno al nucleo.

Vincenzo Pisciuneri


Scheda tecnica
Autore
Vincenzo Pisciuneri
pagine dispensa
121
formato dispensa
A4 colori rilegatura termica
Helps - Gei - Atomi

HELPS del prodotto

25

GEI del prodotto

+46.31%

ATOMI del prodotto

1225
Altri prodotti
Fascia

Sisal naturale

Prezzo 10,25 €
+1.06%